perché la lavatrice lava male

La lavatrice lava male: le 5 cause più probabili (e le soluzioni)!

Pubblicato il 3 dicembre 2018

Aiuto, la lavatrice lava male! Le macchie sulla tovaglia non sono andate via, il bucato è zuppo d’acqua, sui capi ci sono tracce di misteriosi residui bianchi e poi tutto fa un odore terribile!

Cosa può essere successo? Perché a volte fare un semplice bucato può rivelarsi così difficile? Per ogni problema elencato sopra, a dire il vero, c’è una spiegazione. Vediamo insieme le cause più frequenti di una lavatrice che lava male, e le loro soluzioni.

Leggi anche: Lavatrice sporca: da cosa dipendono muffe, melma e cattivi odori?

1. Avete sbagliato programma

Non è vero che tra un programma e l’altro della vostra lavatrice le differenze sono minime. Tra cotone 40% e “lavaggio a mano” c’è un mondo! Se lavate uno strofinaccio di cotone grezzo molto sporco con il programma per i delicati, sarà come non lavarlo…

Temperature, movimenti meccanici del cestello e quantità di acqua sono i 3 fattori che incidono sui risultati di lavaggio. Forse quindi la vostra lavatrice non lava male: dovete solo capire qual è il programma che fa al caso vostro!

la lavatrice lava male soluzioni

2. Temperature troppo alte o troppo basse

La temperatura di lavaggio è fondamentale. Una temperatura troppo bassa può contribuire all’ingrigimento dei capi bianchi. Una troppo alta può danneggiare irreparabilmente un tessuto, ad esempio infeltrire la lana o restringere un capo sintetico. Come fare, quindi?

L’etichetta è vostra amica: è lì sopra che il produttore riporta le indicazioni ufficiali di lavaggio (e di asciugatura e stiratura). Sull’etichetta è sempre riportata la massima temperatura consentita. Per non sbagliare, però, basta ricordare queste poche regole: per il cotone vanno bene 30-40 °C, la lana e la seta si lavano a freddo, i capi sintetici a non più di 30 °C.

Leggi anche: Migliori lavatrici: perché scegliere un modello di ultima generazione?

3. La lavatrice lava male: cicli troppo rapidi?

Le lavatrici moderne offrono tutte molte opportunità per fare un bucato veloce. Esistono cicli di lavaggio brevi di tanti tipi, addirittura quelli flash da 15 minuti. Sebbene le nuove tecnologie facciano miracoli anche in pochissimo tempo (e con temperature basse), è ovvio che pochi minuti di lavatrice non sono la stessa cosa di due ore complete.

Se quindi il vostro bucato è molto sporco, optate per un ciclo completo. Che tra l’altro è (paradossalmente) sempre la scelta più ecologica.

lavatrice lava male cosa fare

4. Usate l’additivo sbagliato

Oltre a dosare correttamente il detersivo della lavatrice, per ottenere il bucato dei sogni è importante anche avere sotto controllo l’additivo che si aggiunge al lavaggio. Di solito cosa usate? Ammorbidente, sbiancante, smacchiatore…

In commercio esiste un additivo per ogni cosa, ma non sempre le istruzioni sono chiare. E non sempre, a dire il vero, i nostri panni ne hanno bisogno! Quindi, leggete sempre l’etichetta del prodotto prima ancora di metterlo nel carrello, e cercate di utilizzare l’additivo meno aggressivo possibile.

Leggi anche: Programmi lavatrice: guida facile per lavare bene tutti i capi senza sbagliare

5. La lavatrice lava male perché è intasata o sporca

Spesso i residui bianchi che trovate sul bucato appena lavato sono tracce di incrostazioni e detersivo di vecchi lavaggi. In questo caso, la lavatrice lava male perché… va lavata! Periodicamente, è consigliabile pulire il cestello e le guarnizione per evitare che calcare, sporco e residui si accumulino lasciando tracce sul bucato, intasando il filtro o il tubo di scarico e provocando muffe e cattivi odori.

Questo accade molto più frequentemente di quel che si possa pensare. La soluzione a questo problema è fare un trattamento per la lavatrice 3 o 4 volte l’anno con il Cura Lavatrice Dr. Beckmann.  I risultati sono immediati e li vedrete subito sul bucato successivo.

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: