lavare i vestiti dei neonati macchie

Lavare i vestiti dei neonati: come eliminare le macchie difficili senza rovinarli

Pubblicato il 7 febbraio 2019

Lavare i vestiti dei neonati è un’operazione molto delicata perché ci sono delle precauzioni da adottare. Innanzitutto, bisogna seguire una procedura diversa da quella solita del bucato normale. Sono regole utilissime per evitare dermatiti o irritazioni, e per smacchiarli senza prodotti aggressivi. La pelle dei neonati, infatti, è molto sensibile e tende ad assorbire tutto ciò a cui viene a contatto.

Lavare i vestiti dei neonati in lavatrice o a mano?

Per lavare i vestiti dei neonati in lavatrice bisogna assicurarsi che il cestello non sia sporco. Inoltre, è preferibile lavare a 30-40 °C, senza dover arrivare a 60 °C . Generalmente, meglio utilizzare i programmi più delicati: molte lavatrici oramai hanno un programma dedicato al bucato dei neonati (“babycare”).

Se preferite, invece, il lavaggio a mano, prima sciacquate sotto l’acqua corrente i capi e, in caso di macchie ostinate, pre-trattate i vestitini. Lasciateli in ammollo con acqua calda per un paio d’ore. Il risciacquo è essenziale,  perché bisogna stare attenti che non rimangano tracce di sapone. In caso, potete far fare un risciacquo veloce in lavatrice.

Leggi anche: Pretrattare le macchie difficili: i consigli per eliminarle dai vestiti a colpo sicuro!

Quale detersivo bisogna usare?

Per lavare i vestiti dei neonati, conviene usare detersivi neutri, ecologici, senza fosfati. Attenzione anche ai detersivi con profumo intenso, perché potrebbero irritare il naso, gli occhi o la pelle del neonato.

  • Scegliete i detersivi “senza profumo”, che non contengono affatto profumo, oppure quelli con “profumazione leggera”, che indica che non hanno profumo o che la quantità è minima. Vanno bene entrambi. Molte allergie possono essere dovute all’eccesso di pulizia e, in particolare, all’utilizzo eccessivo di prodotti con additivi chimici e profumi aggressivi.
  • L’ammorbidente è off limits, perché crea una patina sui vestiti che entra in contatto con la pelle e può provocare allergie. Anche qui, i profumi contenuti non sono salutari per la pelle delicata dei piccoli. Ci sono dei validi sostituti naturali: qualche goccia di aceto bianco o qualche cucchiaio di bicarbonato.
  • Non è necessario igienizzare i capi. Uccidere il 99% dei batteri non ha molto senso se l’ambiente in cui viviamo non è sterile, inoltre potrebbe essere controproducente crescere in un ambiente asettico.

Lavare i vestiti nuovi

Lavare i vestiti dei neonati appena comprati prima che vengono indossati è molto importante. Perché è probabile che durante la spedizione e il periodo di stoccaggio nei magazzini e poi nei negozi si siano impolverati o sporcati. Quindi, dopo l’acquisto, tagliate con le forbici le etichette che trovate e poi procedete con il lavaggio.

lavare i vestiti dei neonati

Come asciugare il bucato dei neonati?

Non esistono regole ben precise, perché in realtà non ci sono rischi particolari. Come sempre, la cosa migliore è lasciare asciugare al sole abitini, lenzuolini e altri capi, soprattutto se sono bianchi. Il sole diretto, infatti, aiuta a fare scomparire eventuali aloni. In alternativa, asciugatrice, caloriferi o stendibiancheria, sono tutte soluzioni ammesse.

Leggi anche: Smacchiatore Roll-On Dr. Beckmann: perfetto per togliere le macchie anche in viaggio!

Come eliminare le macchie dai vestiti dei neonati

Spesso i vestitini si macchiano di ingredienti alimentari (pappe, latte ecc.) e di sostanze fisiologiche (pipì e feci) che, se non trattati nel modo giusto, rovinano indelebilmente il tessuto. Le macchie più temibili sono quelle di omogeneizzato e quelle di erba e frutta. È molto importante lavarle il prima possibile per evitare che si secchino e pre-trattarle con prodotti adeguati.

  • Prima regola essenziale, è quella di agire il prima possibile. Più è fresca la macchia e più è facile toglierla.
  • Evitate prodotti e smacchiatori aggressivi. Per pre-trattare le macchie, preferite il sapone di Marsiglia. È il rimedio naturale più semplice ed efficace.
  • Evitate l’uso di candeggina o sbiancanti con prodotti chimici. Possono irritare la pelle e creare problemi cutanei.
  • Lasciateli in ammollo con il detersivo per un periodo più lungo se il tipo di macchia da togliere è difficile.
  • Per i pannolini in tessuto, conviene metterli in ammollo prima del lavaggio con bicarbonato o sapone di Marsiglia. Dopo averli pretrattati, si possono lavare con il resto della biancheria in lavatrice, senza aggiungere l’ammorbidente.

Come combattere le macchie più difficili

Se con il sapone di Marsiglia o il bicarbonato non siete riusciti a togliere le macchie più difficili, allora dovete optare per una soluzione che agisca più in profondità ma che non sia aggressiva. 

Pretrattate la macchia con lo Smacchiatore Pre-Trattante Dr. Beckmann è efficace e delicato su tutti i colori e tutti i tessuti. Spruzzatelo sul tessuto macchiato, lasciate agire per 10 minuti e poi lavate come di consueto.

Altro valido alleato è il Sapone Smacchiatore Dr. Beckmann, che non contiene profumi né coloranti, ed è dermatologicamente testato. Anche qui, si consiglia di pre-trattare la macchia, lasciare agire e risciacquare. Ripetere l’operazione o prolungare i tempi di azione, se necessario.

Se invece avete bisogno di togliere l’ingiallimento da vestitini e lenzuolini di colore bianco, potete utilizzare Super Bianco Dr. Beckmann, il prodotto che agisce in lavatrice già a 20 °C.

Leggi anche: La lavatrice lava male: le 5 cause più probabili (e le soluzioni)!

Condividi su:

Commenta: