lavare il reggiseno a mano

Lavare il reggiseno: il vademecum per metterlo in lavatrice senza rovinarlo!

Pubblicato il 11 maggio 2018

Lavare il reggiseno in lavatrice? Sì, ma quanti dubbi! Reggiseni con ferretto, pizzi, coppe rigide, inserti, elastici, tessuti misti o delicati… Che sia sexy, sportivo o “per tutti i giorni” il reggiseno va lavato spesso, soprattutto quando le temperature salgono e si suda di più. Ma come lavarlo senza danneggiarlo irrimediabilmente? Qualcuno dirà: “a mano!” e non sbaglia, ma  la comodità di mettere il reggiseno in lavatrice insieme agli altri indumenti non ha prezzo.
Vediamo quali accorgimenti seguire per avere nel cassetto reggiseni sempre puliti e, soprattutto, sempre come nuovi.

Leggi anche: Lavare il piumone in lavatrice: guida facile in 5 passaggi per non rovinarlo!

Leggete l’etichetta prima di lavare il reggiseno

Non smettiamo di ricordarlo. Prima di lavare qualsiasi capo bisogna dare un’occhiata all’etichetta. Molto spesso la prima cosa che si fa quando si compra un reggiseno è tagliare l’etichetta, che a diretto contatto con la pelle può essere davvero molto fastidiosa. Prima di toglierla, però, cerchiamo di memorizzare le informazioni riportate dal produttore, soprattutto per quanto riguarda le temperature di lavaggio e la possibilità di mettere il reggiseno in asciugatrice. Quindi, fatela diventare un’abitudine: caccia al tesoro dell’etichetta prima di lavare il reggiseno!

lavare il reggiseno in lavatrice

Attenzione agli elastici

Una delle parti più delicate dei reggiseni sono le bretelle elastiche. Lavaggi continui, movimenti meccanici, “aggrovigliamenti” con altri indumenti nel cestello e soprattutto temperature troppo elevate a lungo andare danneggiano le parti elasticizzate dei reggiseni. Per evitare tutto ciò meglio lavare il reggiseno a non più di 30 °C e preferire sempre programmi per capi delicati. Evitate invece di mettere in lavatrice le bretelle in silicone.

Leggi anche: Il taglio di capelli giusto: come sceglierlo a seconda del viso (e non solo)

Utilizzate un sacchetto salva-biancheria

Soprattutto se dovete lavare un reggiseno con le coppe rigide o il ferretto, è meglio utilizzare un sacchetto salva-biancheria, che è pensato appositamente per proteggere i tessuti delicati nella lavatrice. Di solito i sacchetti salva-biancheria sono a rete o semitrasparenti, si possono chiudere con una zip e si trovano in diverse misure. Esistono anche le cosiddette “washing ball” rigide, delle vere e proprie palle traforate che si aprono e accolgono un reggiseno alla volta. Nei contenitori rigidi il reggiseno, quindi, si lava senza essere schiacciato.

lavare il reggiseno con le coppe

Occhio al colore e al peso degli altri indumenti

Per i reggiseni valgono le regole che già applicate per gli altri indumenti, una su tutte quella della divisione dei colori. Lavate i reggiseni bianchi solo con latri indumenti bianchi e quelli dai colori accesi in un carico della stessa tonalità, soprattutto se è la prima volta. Un altro accorgimento molto importante riguarda il tipo di bucato da mettere nel cestello insieme al reggiseno: se laviamo un reggiseno (magari senza sacchetto) insieme ad asciugamani pesanti o a dei pantaloni, nella lavatrice finirà per aggrovigliarsi ai tessuti più pesanti, tirandosi e logorandosi. Anche tirarlo fuori dopo la centrifuga sarà un’impresa! Cercate quindi di lavare il reggiseno sempre insieme a capi leggeri (t-shirt, federe, slip, calzini) e chiudete sempre il reggiseno per evitare che i gancetti si aggrappino alle parti metalliche della lavatrice, ad asole a bottoni.

Leggi anche: Come lavare le scarpe in lavatrice: i consigli per non commettere errori! 

Come eliminare macchie di sudore dal reggiseno

Nei reggiseni capita spesso che la zona subito sotto le ascelle e la fascia elastica sotto al seno si ingialliscano. La colpa è del sudore, che penetra nella trama del tessuto lasciando antiestetici aloni gialli. Il sudore è anche la causa del cattivo odore che a volte sprigiona anche da capi appena lavati, non solo da quelli sintetici ma anche da quelli di cotone. In tutti questi casi la soluzione è pre-trattare le zone più critiche con un prodotto anti-macchia e anti-odore specifico come lo Smacchiatore Macchie di Deodorante e Sudore Dr. Beckmann, da spruzzare direttamente sul reggiseno prima di ogni lavaggio. Adatto sia sui capi bianchi che su quelli colorati, lo Smacchiatore Macchie di Deodorante e Sudore Dr. Beckmann è ottimo anche per prevenire la formazione degli aloni perché impedisce al sudore di attaccarsi.

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: