lavatrice sporca che puzza

Lavatrice sporca: da cosa dipendono muffe, melma e cattivi odori?

Pubblicato il 5 agosto 2018

Una lavatrice sporca sembra un controsenso: com’è possibile? Eppure, capita molto spesso che la lavatrice diventi un ricettacolo di muffe, residui di sapone, cattivi odori e chi più ne ha più ne metta. Le conseguenze di una lavatrice sporca sono bucato che puzza, panni macchiati e prima o poi un danno irreparabile.

Leggi anche: Lavatrice: i consigli per farla funzionare al meglio! 

Perché la lavatrice puzza?

Le cause di una lavatrice che puzza possono essere svariate. L’accumulo di umidità all’interno del cestello e la formazione di muffe sotto alle guarnizioni sono le più comuni. L’umidità si crea quando appena concluso il lavaggio lo sportello della lavatrice viene richiuso. Meglio lasciarlo accostato, in modo da garantire un costante ricambio di aria. Ma la puzza non si accumula solo nel cestello: spesso proviene dalla pompa di scarico, dal filtro e dalle guarnizioni in gomma.

come pulire lavatrice sporca

Lavatrice sporca: i residui di detersivo

I detersivi e detergenti odierni svolgono la loro azione già alle temperature più basse. Per questo oggi si preferiscono programmi che lavano a freddo o a temperature molto basse, anche per una questione di risparmio energetico. I germi però non vengono eliminati a temperature inferiori a 60 °C.

Inoltre, possono proliferare anche nelle incrostazioni dei residui di detersivo, che senza acqua calda faticano a sciogliersi. E sono proprio i batteri che diffondono col tempo un odore sgradevole! Per questo se siete abituati a lavare a basse temperature, mettete in conto di fare ogni tanto un ciclo a 40-60 °C (ad esempio quando lavate lenzuola, tessuti in cotone resistente, canovacci o tappeti).

Leggi anche: Calcare della lavatrice: gli effetti sul bucato (e non solo!)

lavatrice sporca bucato

Come prevenire una lavatrice sporca

Per non avere una lavatrice sporca e prevenire i cattivi odori basta seguire qualche piccolo accorgimento.

  • Dopo il lavaggio, lasciate lo sportello della lavatrice leggermente aperto per consentire il ricircolo d’aria.
  • Eseguite ogni tanto un ciclo di lavaggio a temperature oltre i 40 °C.
  • Dosate con accortezza il detersivo: non c’è bisogno di esagerare, oltre ad inquinare rischiate di otturare filtro e scarichi.
  • Non dimenticate di lavare periodicamente anche il cassetto del detersivo!
  • Una volta ogni due o tre mesi, sfilate e lavate il filtro di scarico.

Leggi anche: Filtro della lavatrice: come pulirlo in 4 semplici passaggi

Infine, eseguite periodicamente un ciclo di pulizia profonda della lavatrice. L’igienizzazione della lavatrice elimina residui di sporco, incrostazioni e cattivi odori. Con un unico prodotto come il Cura Lavatrice Dr. Beckmann potete pulire il filtro della lavatrice, lasciandolo a mollo in acqua tiepida con 50 ml di prodotto;  potete pulire le guarnizioni in gomma del cestello e raggiungere anche tubi e resistenze.

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: