Aloni e macchie sui tappeti: come toglierli in maniera efficace
rimuovere macchie dai tappeti

Aloni e macchie sui tappeti: come toglierli in maniera efficace

19 Dicembre 2021

Se avete almeno un tappeto in casa, vi sarà capitato di avere una macchia ostinata da rimuovere oppure di dover avere a che fare con polvere da rimuovere, oltre che a sporco e batteri che si annidano con tenacia nei tessuti.

Per chi è stanco di provare rimedi fai da te strampalati o detergenti che non funzionano, scegliere dei validi prodotti per rimuovere le macchie e adottare soluzioni specifiche per migliorare l’igiene dei tappeti è d’obbligo.

Quali prodotti utilizzare per rimuovere le macchie dai tappeti?

Quando si ha la necessità di trattare dei tessuti particolari, come nel caso dei tappeti, tra i numerosi prodotti in commercio con azione smacchiante, è opportuno sceglierne uno studiato appositamente per la superficie da smacchiare.

Per questo motivo, Dr. Beckmann ha creato una soluzione ad hoc contro le macchie sui tappeti: il Rimuovi Macche Tappeti. Si tratta di una spazzola applicatrice unica nel suo genere, in grado di rimuovere macchie resistenti e relativi odori provenienti da impurità dell’esterno, da animali domestici e da moltissime altre fonti in grado di macchiare.

In questo processo, il Rimuovi Macchie Tappeti è in grado, inoltre, di lasciare un profumo di fresco e di proteggere i colori e i tessuti del vostro tappeto.

Leggi anche: Rimuovi Macchie Tappeti: elimina le macchie difficili senza rovinare i tessuti

Quali macchie è possibile trattare?

Il Rimuovi Macchie Tappeti non solo si adatta ai tessuti delicati, come la lana, ma è anche testato per eliminare numerose tipologie di macchie:

  • Cola;
  • Grasso;
  • Caffè;
  • Trucco;
  • Olio;
  • Vino rosso;
  • Succo;
  • Sporco da strada;
  • Tè;
  • Sporco causato da animali domestici.

Rimedi fai da te per smacchiare i tappeti

Un’alternativa fai da te per rimuovere le macchie è quella di pulire il tappeto utilizzando il bicarbonato. Ecco tre diverse modalità di applicazione:

  • Spolverare il bicarbonato sul tappeto e spazzolare con una spazzola con le setole morbide. Una volta che il prodotto ha agito, rimuovere poi il tutto con l’aspirapolvere.
  • Miscelare acqua, bicarbonato e aceto bianco e applicare direttamente sul tappeto, lasciandolo asciugare lontano dal sole.
  • Cospargere l’area interessata dalla macchia versando direttamente acqua tiepida e bicarbonato, continuando a tamponare.

Uno dei limiti in cui potreste incorrere scegliendo di utilizzare il bicarbonato è dato dall’essere un rimedio naturale e, quindi, non sempre efficace nel rimuovere le macchie più ostinate e gli odori.

Come lavare correttamente i tappeti

Se il tappeto necessita di una pulizia profonda dopo la rimozione delle macchie, ricordate che potete lavarlo direttamente in lavatrice; ci sono solo alcune accortezze da tenere a mente, che possono aiutarvi a preservare il vostro tappeto al meglio, ad esempio, lo spazio disponibile della lavatrice. Un tappeto di dimensioni considerevoli risulta abbastanza difficile da gestire. Solitamente questi elettrodomestici possono ospitare dai 5 ai 10 Kg nel proprio cesto. La vostra lavatrice che peso sopporta?

Leggi anche: Come rimuovere le macchie dai tappeti e come lavarli in lavatrice

Prima di tutto consultate l’etichetta, se presente: è importante trovare tutte le informazioni che il produttore del tappeto ha indicato per il lavaggio, come la temperatura e i materiali. Tenete bene a mente che alcuni tappeti non possono essere lavati in lavatrice: si rischierebbe di rovinarne i tessuti!

Inoltre, ricordate che è preferibile utilizzare detergenti neutri e non aggressivi ed evitare di azionare la centrifuga.

Infine, verificate che il filtro della vostra lavatrice non contenga residui di sporco prima di eseguire il programma di lavaggio.

Leggi anche: Filtro della lavatrice: come pulirlo in 4 semplici passaggi

Condividi su: