Gli errori più comuni quando si fa la lavatrice

Pubblicato il 4 Novembre 2015

Sebbene sia un elettrodomestico presente nelle nostre case da decenni, la lavatrice può nascondere ancora molte insidie, e diventare il nostro peggior nemico… Gli errori di lavaggio che si possono commettere sono tanti, e le conseguenze non sono da poco: alcune sviste finiscono per rovinare per sempre il nostro vestito preferito, ingiallire una maglietta o lasciare il bucato ancora intriso di sapone. In questo caso, cosa fare?

Come si può evitare tutto ciò? Basta imparare tutti i segreti di detersivi, etichette e programmi di lavaggio e centrifuga: è facile, non temete!
Ecco a cosa si deve fare attenzione per ottenere un bucato perfetto, ed evitare brutte sorprese.

Leggere sempre le etichette

I nostri capi di abbigliamento hanno sempre una (e spesso più) etichette, e le etichette… ci parlano! Il produttore infatti le utilizza per riportare le informazioni essenziali. Quello che ci interessa è il tipo di tessuto e i consigli di lavaggio: il simbolo della bacinella con il numero all’interno (95, 60, 40, 30, ecc.) ci dice la temperatura massima in gradi centigradi al quale possiamo lavare il capo; una bacinella con una croce sopra significa che il capo non è lavabile, mentre una bacinella con una piccola mano all’interno significa che il capo è lavabile solo a mano. Le etichette ci danno anche info sul candeggio e sulla stiratura: leggiamole con attenzione.

Togliere le macchie: ecco come fare!

Separare i colori

È il primo consiglio che ci danno le nostre mamme, i capi colorati vanno con i colorati e i capi bianchi a parte. Fate attenzione anche ai capi nuovi, che possono stingere (è consigliabile lavarli a mano la prima volta), e ai capi molto delicati (come quelli di lana), che vanno lavati a parte con programmi per capi delicati. Un’altra soluzione è mettere nel cestello il Cattura Colore & Sporco Dr. Beckmann.

Non sovraccaricare la lavatrice

Ogni lavatrice ha un carico massimo, in base alla grandezza del cestello. Riempire troppo la lavatrice è un errore comune: perché abbiamo tanti panni da lavare e vogliamo fare in fretta, o perché seguiamo la regola “finché c’entra, io ce lo infilo!”. Niente di più sbagliato… Se la lavatrice è sovraccarica, i panni si lavano male, e il programma di risciacquo non agisce al meglio: ecco spiegato perché spesso i panni appena usciti dalla lavatrice hanno ancora tracce di sapone e di “schiumetta”.

Usate il sapone giusto e dosatelo bene

Si fa presto a dire detersivo. Ma quale? Sceglietelo in polvere o liquido, ma controllate che sia efficace anche alle basse temperature e che vada bene per i capi colorati (in caso contrario, potete sempre comprarne uno per capi bianchi e uno per capi colorati e neri). Ma anche il detersivo ha un’etichetta che parla e ci dice molte cose. Prima di tutto, il dosaggio: la quantità di detersivo dipende da due cose, la quantità di bucato che dovete lavare e la durezza dell’acqua; più l’acqua è dura (cioè calcarea) più detersivo bisogna usare, perché possa agire al meglio.

Piano con la centrifuga!

Tutte le lavatrici permettono di decidere la velocità della centrifuga (indicata in giri del cestello al minuto), e per evitare di tirar fuori panni ancora gocciolanti, molti impostano di default la centrifuga al massimo. Ma non sempre serve! La centrifuga strapazza (e stropiccia) molto i capi, e un conto è sottoporre a questo trattamento un paio di jeans, un conto è farlo subire a una camicia nuova. Non serve far andare la centrifuga al massimo: decidiamo i giri di volta in volta, in base al tipo di bucato, e ricordiamo che una centrifuga “gentile” ci permette eventualmente di non stirare i capi.

Ma come fare per evitare che i capi colorati stingano?

Se vogliamo lavare insieme capi bianchi, scuri e colorati, basta utilizzare i foglietti in microfibra del Cattura Colore & Sporco Dr. Beckmann, che assorbono i colori dispersi trattenendoli immediatamente. Inoltre, il Cattura Colore & Sporco Dr. Beckmann mantiene la brillantezza dei colori dei capi.
Prima di usarlo vi raccomandiamo di leggere attentamente le istruzioni per l’uso e il test per la resistenza dei colori riportati sull’etichetta!

Invece in caso di capi bianchi ormai ingialliti o ingrigiti, perché invecchiati o perché lavati insieme a capi più scuri, la soluzione migliore è aggiungere nel cestello della lavatrice un sacchetto di Super Bianco Dr. Beckmann, adatto come additivo per tutti i detersivi e tutte le temperature di lavaggio, già a partire da 20 °C.

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: