centrifugati detox fatti in casa

Centrifugati detox: 5 idee per succhi a base di frutta e verdura estive

Pubblicato il 12 Giugno 2018

I centrifugati detox sono la risposta sana e gustosa al languorino estivo! Perfetti a colazione, come spuntino di metà mattina o di metà pomeriggio, sono consigliati dopo l’attività fisica per reintegrare i sali minerali persi. Inoltre, possono diventare un aperitivo sano che toglie la fame prima dei pasti principali. Preparandoli a casa potete controllare gli ingredienti e bere così centrifugati detox privi di zuccheri aggiunti e di conservanti: il massimo della salubrità!

Le ricette migliori per i succhi detox prevedono frutta e verdura di stagione, succo di limone ma anche lime, basilico, menta e sedano. Vediamo 5 idee per preparare succhi detox a casa!

Leggi anche: Dieta detox dell’estate: 10 cibi di stagione amici della linea

1. Mela, sedano e carota

Un pieno di vitamine, sali minerali e betacarotene. In più, è anche molto buono! Le proprietà delle mele e delle carote le conoscete sicuramente tutti, ma non sottovalutate il sedano! Questo saporito ortaggio è diuretico, antifiammatorio e digestivo, e ovviamente contiene una quantità irrisoria di calorie…

Ecco le dosi per 2 bicchieri di succo di mela, sedano e carota

  • 1 gambo di sedano
  • 2 mele verdi
  • 2 carote
  • 1 cm di zenzero fresco

Provatelo come spuntino di metà mattina: placherà la fame e vi disseterà. A piacere, se lo volete più verde, potete aggiungere qualche fogliolina di prezzemolo.

centrifugati detox ricette

2. Pomodoro, cetriolo e mela

Un classico dei centrifugati detox estivi, perfetto per chi cerca i benefici del pomodoro, ricco di antiossidanti e di fibre, e quelli della mela, ricca di pectine, naturali alleati contro il colesterolo cattivo. Il cetriolo, purificante e fresco, è il tocco finale in questa ricetta. Se volete un sapore meno “dolce”, aggiungete qualche foglia di basilico.
Ecco le dosi per 2 bicchieri del succo di pomodoro, cetriolo e mela:

  • 1 mela grande (o 2 piccole)
  • 2 pomodori a grappolo
  • 1 cetriolo piccolo

Provatelo come succo da bere a pranzo insieme a un’insalata, o come aperitivo insieme a verdure crude tagliate a bastoncino.

Leggi anche: Dolci con la frutta: 5 ricette semplici e veloci da fare in estate!

3. Pompelmo, menta e cetriolo

Uno dei centrifugati detox più freschi che ci sia. Il pompelmo apporta una notevole quantità di sali minerali e vitamine, e inoltre è noto per le sue proprietà brucia-grassi. Quando berlo? Dopo un’attività sportiva intensa o la mattina a stomaco vuoto. Ecco le dosi per 2 bicchieri di centrifugato di pompelmo e menta:

  • 2 pompelmi (varietà a scelta)
  • 1 cetriolo grande
  • 5 foglie di menta

centrifugati detox fegato

4. Cocco, banana e ananas

Sapore tropicale e tanta energia: tra i centrifugati detox questo è quello più consigliato in caso di stanchezza, pressione bassa e fame. Provatelo come spuntino veloce in una giornata calda e ricca di impegni, o come merenda rigenerante. Ecco le dosi per 2 bicchieri di centrifugato di cocco, banana e ananas:

  • 1 banana grande
  • 3 pezzi di cocco
  • 3 fette di ananas

A piacere, potete aggiungere succo di lime o di limone, oppure un pizzico di zenzero (anche in polvere).

Leggi anche: Pasta con le zucchine: orecchiette gustose e leggere 

5. Papaya, ananas e mirtilli

Voglia di centrifugati detox saporiti e originali? Eccolo qui! Questo succo a base di papaya, ananas e mirtilli è ricco di antiossidanti, antocianine, vitamina A e vitamina C. Ecco le dosi per 2 bicchieri di centrifugato di papaya, ananas e mirtilli:

  • 1 papaya
  • 3 fette di ananas
  • 10 mirtilli

Leggi anche: Sorbetto alla frutta fatto in casa: mele, fragole e pompelmo

Come smacchiare il mirtillo (e la frutta in generale)?

Le macchie di frutta che contiene coloranti naturali, come mirtilli, more, ciliegie e frutti di bosco, sono quelle più difficili da eliminare. Cosa fare quindi per smacchiarle in modo efficace? La cosa migliore è intervenire il prima possibile, tamponando delicatamente la macchia con un panno pulito imbevuto di acqua (senza strofinare, per non allargare ulteriormente la macchia). Sulla macchia umida si può provare poi a passare del sapone di Marsiglia, o una miscela a base di acqua in cui avrete disciolto sale fino e succo di limone.

Se il capo da smacchiare è colorato, nuovo o delicato (se insomma non sapere come reagirà il tessuto alle sostanze smacchianti) è meglio applicare uno smacchiatore specifico, come il Dissolvi Macchie Frutta e Bevande.
Il Dissolvi Macchie Frutta e Bevande è pensato proprio per macchie di frutta, caffè, vino rosso, bacche e verdure, perché contiene ossigeno attivo che rispetta i colori agendo solo sulla macchia. Dopo aver inumidito la macchia, applicate il prodotto, lasciate agire per 60 minuti e poi lavate come di consueto. 

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: