come lavare e sbiancare capi ingrigiti

Come lavare i capi ingrigiti e farli tornare bianchi

28 Maggio 2024

Lo sbiancamento del bucato può diventare una necessità quando il bianco perde la sua lucentezza originale. Indipendentemente dal motivo, che sia una lavaggio poco accurato o una separazione dei capi non ottimale, il risultato è sempre lo stesso: un colore spento che tende al grigio. Fortunatamente, grazie agli avanzamenti nel settore dei detersivi e agli sbiancanti per bucato sempre più efficaci, questo problema può essere facilmente risolto, trasformando un fastidioso inconveniente in una semplice incombenza temporanea. Ecco come sbiancare il bucato ingrigito e farlo tornare al suo bianco splendente!

Leggi anche: Lavare e sbiancare i cuscini in lavatrice in maniera corretta

Capi ingrigiti: perché accade?

Nel mondo della moda il bianco non è solamente un colore, ma un simbolo di raffinatezza e luminosità, di un’eleganza pura e priva di artifici. Se però dopo un giro in lavatrice magliette, camicie e pantaloni mostrano un’aria ingrigita, la loro grazia originaria finisce per venir meno, ed è necessario correre ai ripari per sbiancare il bucato.

La causa di questo fenomeno – piuttosto comune – va ricercata in genere in una modalità di lavaggio poco accurata, che non tiene conto dei principali fattori che possono compromettere il bucato:

  • Dosaggio: troppo detersivo potrebbe lasciare dei residui sul tessuto, che a loro volta portano a un graduale ingrigimento dello stesso.
  • Temperature: i cicli di lavaggio a basse temperature non permettono alle tracce di sporco e di detersivo di sciogliersi correttamente, depositandosi sulla stoffa. Un buon rimedio potrebbe essere quello di sottoporre la lavatrice a un trattamento di pulizia interna, con il Pulitore Lavatrice Igienizzante.
  • Durezza dell’acqua: l’ingrigimento del tessuto è causato anche da un livello troppo elevato di calcare nell’acqua, che ingrigisce i tessuti.
  • Separazione dei capi: se non vengono utilizzati i foglietti cattura colore o se i capi bianchi non vengono separati dagli altri è possibile che a lungo andare le fibre perdano la propria brillantezza.
  • Usura: il naturale invecchiamento dei capi e l’usura a cui il loro tessuto è sottoposto a ogni lavaggio, tende a sbiadire il loro colore bianco.

Come mantenere il bucato bianco nel tempo

Prevenire è meglio che curare, dice un vecchio adagio, ed è così anche per il bucato. In genere l’ingrigimento dei capi bianchi non avviene da un giorno all’altro, ma si riscontra nel tempo (fatta eccezione per gli incidenti di lavaggio, difficili da prevedere).

Oltre a tenere conto dei fattori illustrati nel paragrafo precedente, esistono in commercio dei prodotti professionali che vi aiuteranno a proteggere i vostri capi bianchi, lavaggio dopo lavaggio. Uno di questi è il Super Bianco Formato Bidosi di Dr. Beckmann.

Piccolo nella confezione, ma non nell’efficienza, ha il potere di mantenere bianco il vostro bucato, prevenendone l’ingrigimento e l’ingiallimento nel tempo, soprattutto se usato regolarmente. Tutto questo è possibile grazie alla formula priva di candeggina Bianco Attivo, che protegge la brillantezza dei capi senza metterne a repentaglio le fibre.

E il bello è che si può usare anche a basse temperature e con ogni tipo di detersivo, seguendo questi passaggi:

  1. Consultate le etichette di lavaggio dei capi, per assicurarvi che il prodotto sia compatibile con le loro esigenze.
  2. Predisponete la lavatrice per un normale lavaggio, riempiendo il cestello con il bucato e il cassetto con il detersivo. Fate attenzione con i dosaggi, poiché un eccesso di prodotto potrebbe causare ingiallimento!
  3. Se utilizzate il detersivo in polvere, aggiungete metà contenuto della confezione direttamente nel cassetto, altrimenti versatelo in una sfera dosatrice e inserite quest’ultima nel cestello.
  4. Scegliete il ciclo di lavaggio desiderato e avviate la lavatrice.

Come sbiancare i panni ingrigiti con uno sbiancante per bucato

I vostri capi bianchi non hanno ricevuto le giuste cure nel corso del tempo e ora sono grigi e spenti? Non tutto è perduto! Esistono molte soluzioni in grado di rendere reversibile questo processo, dalle soluzioni fai da te a quelle più professionali.

Sbiancare la lana col bicarbonato, per esempio, è un rimedio frequente, utile sia per evitare a questo materiale delicato lo stress dei prodotti per il bucato, sia per ridurre gli infeltrimenti. In linea di massima, però, se volete andare sul sicuro e riportare il vostro bucato a nuova vita, la soluzione più indicata è affidarsi al Super Bianco Dr. Beckmann.

Mentre il formato Mini di questo prodotto viene solitamente utilizzato a scopo preventivo, questa versione rappresenta il miglior sbiancante per il bucato quando ormai il tessuto dei vostri capi ha già iniziato a perdere la sua brillantezza o presenta tracce di ingiallimento (tranne in caso di macchie causate da crema solare o autoabbronzanti).

Usarlo è facilissimo, grazie al suo pratico formato in sacchetti preventivamente dosati:

  1. Dopo aver consultato attentamente le etichette di lavaggio dei capi, riempite il cestello della lavatrice con il bucato bianco (anche in caso di capi con parti colorate).
  2. Inserite un sacchetto all’interno del cestello, nella sua parte posteriore per carichi fino ai 5 kg. Non versate la polvere direttamente sui tessuti.
  3. Avviate il ciclo di lavaggio che desiderate (evitando quelli rapidi). Potete utilizzare questo sbiancante per lavatrice con un ciclo a 20°C, meglio ancora se associato a un detersivo in grado di agire anche a basse temperature, come i foglietti idrosolubili ed ecologici MAGIC LEAVES di Dr. Beckmann.

Sconsigliato in caso di capi in lana e seta – le cui fibre sono particolarmente delicate – il Super Bianco Dr. Beckmann è il rimedio eccellente se volete sbiancare in lavatrice i vostri capi, grazie all’innovativa formula bianco estremo con smacchiatore.

Un vero e proprio professionista del pulito, contro il pericolo di ingrigimento!

Condividi su: