Come leggere i simboli del lavaggio sulle etichette dei vestiti

Pubblicato il 3 Dicembre 2015

Un’abitudine che cambia la vita

Imparare a leggere le etichette dei vestiti è importante per non rovinare i capi e mantenerli nuovi più a lungo.

Per fare un bucato corretto i trucchi sono tanti: evitare gli errori più frequenti non è difficile, ma leggere attentamente le etichette dei vestiti rimane uno dei consigli più validi per imparare a lavare nel modo giusto i tessuti.
Con il tempo, impareremo quali sono i programmi più indicati per le nostre esigenze, come trattare i capi delicati e quale detersivo è più efficace sul nostro maglione di lana preferito.

Ma l’armadio si rinnova continuamente, e non sempre si capisce “al tatto” con quale tessuto abbiamo a che fare. In questi casi spesso ci si dimentica che a portata di mano c’è l’etichetta, una vera e propria istruzione per l’uso del capo d’abbigliamento!

Leggi anche: Togliere le macchie di frutta, grassi, salse e molto altro

Cerchi, triangoli o quadrati?

Estremamente stilizzati, i simboli sulle etichette possono riferirsi a diverse fasi del bucato:

  • Bacinella/Lavaggio: si riferiscono al lavaggio tutti i simboli con un catino pieno d’acqua. I numeri riportati all’interno indicano la temperatura massima consigliata, espressa in gradi centigradi. Se nella bacinella compare una mano (senza numero) significa che il capo non va lavato in lavatrice, ma solo a mano. Se la bacinella è barrata da una X, il capo non è lavabile in acqua. Una o due linee sotto la bacinella indicano invece che il capo è delicato: scegliete il programma per capi delicati della vostra lavatrice (tra i quali è compreso quello per capi sintetici).
  • Quadrato/Asciugatura: non sempre sono presenti i simboli dell’asciugatura. Comunque, si riferiscono a questa fase del bucato tutti i simboli circoscritti in un quadrato, che sarebbe un’asciugatrice stilizzata. Un punto all’interno indica che l’asciugatrice va programmata a basse temperature, due punti a temperatura normale.
  • Triangolo/Candeggio: sulle etichette il simbolo del triangolo è importante, perché dà indicazioni sul candeggio, e un candeggio sbagliato può rovinare per sempre il bucato! Un triangolo vuoto indica che il candeggio è consentito, un triangolo barrato ci dice che il capo non può essere candeggiato, ma che sono consentiti detersivi per capi e colori delicati.
  • Ferro da stiro/Stiratura: il simbolo in questo caso è facilmente riconoscibile, essendo il profilo di un piccolo ferro da stiro. Come sempre, i punti indicano la potenza del calore consigliata, e vanno da 1 a 3. Attenzione al ferro da stiro barrato: significa che il ferro rovinerebbe il tessuto, e che le magliette vanno stirate solo al rovescio, soprattutto se decorate con disegni stampati.
  • Cerchio/Pulizia professionale: tutti i simboli circolari danno indicazioni sulla pulizia professionale, quella in tintoria per intenderci. Le lettere all’interno del cerchio indicano i prodotti chimici consentiti sul capo, ad esempio la A indica che è consentito il lavaggio a secco con tutti i tipi di prodotti, ma si possono trovare anche F (lavaggio a secco con solventi a base di petrolio), P (con tutti i tipi di solvente) e W (solo con acqua, senza prodotti). Un cerchio barrato, invece, significa che il capo non può essere lavato a secco.

L’altra informazione fondamentale che deve essere sempre presente sull’etichetta è la composizione del tessuto, espressa in percentuale, e ormai quasi sempre in inglese: 100% cotone, o 60% poliestere e 40% viscosa, ecc. Ed è dal tipo di tessuto che dipende il programma di lavaggio della lavatrice!
Infine, viene riportato il paese in cui è stato realizzato il capo, il buon vecchio “made in Italy”, ad esempio!

Come mantenere sempre nuovi i vestiti?

Seguire le istruzioni dell’etichetta è il primo passo, ma un grande aiuto lo danno sicuramente anche i prodotti specifici pensati per evitare danni sul bucato (da usare quindi prima) e anche per recuperare i capi d’abbigliamento in caso di emergenza (da usare a danno fatto!): tutti i prodotti per la Cura del bucato Dr. Beckmann aiutano a mantenere brillanti i colori, a sbiancare i capi chiari o bianchi e a decolorare il bucato stinto e danneggiato, agendo sui tutti i tessuti, anche i più delicati.

Leggete sempre le istruzioni d’uso dei prodotti Dr. Beckmann prima di utilizzarli!

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

 

Condividi su:

Commenta: