detersivo lavatrice vaschetta

Detersivo lavatrice: come usare la vaschetta e tenerla pulita

Pubblicato il 19 Gennaio 2018

La vaschetta del detersivo lavatrice è presente in tutti i modelli di lavatrice: imparare a distinguere i diversi scomparti è fondamentale per non danneggiare il bucato, ottenere il massimo da detersivi e additivi e far durare la lavatrice più a lungo. Sapreste dire dove si versa il detersivo in caso di prelavaggio? E la candeggina?
Inoltre, la pulizia periodica della vaschetta del detersivo è molto importante perché previene eventuali intasamenti dovuti a residui e incrostazioni (soprattutto se utilizzate prodotti in polvere). Vediamo insieme come distinguere i diversi scomparti della vaschetta e impariamo a smontarla per pulirla a fondo!

Leggi anche: Fare la lavatrice: i 5 passaggi fondamentali a prova di principiante!

Vaschetta del detersivo lavatrice: cosa significano i simboli sugli scomparti?

La vaschetta del detersivo è sempre presente, che la lavatrice sia a carica frontale o verticale, ma la disposizione dei singoli scomparti può variare leggermente in base al modello. Il suo funzionamento è molto semplice. A seconda della fase del programma di lavaggio in cui si trova, la lavatrice “spara” un getto d’acqua nel singolo scomparto e preleva il prodotto che serve in quel momento. Se avete programmato un prelavaggio, quindi, lo scomparto contrassegnato con il simbolo “I” sarà il primo a essere svuotato, mentre lo scomparto dell’ammorbidente sarà sempre l’ultimo.

La destinazione d’uso degli scomparti è indicata dai simboli presenti subito sotto o sopra. In generale, la vaschetta del detersivo è composta da 3 o 4 vani distinti, a seconda che ci sia o no quello per la candeggina. Utilizzate sempre una dose corretta di detersivo, non mescolate prodotti diversi nello stesso scomparto e non superate la tacca con la scritta MAX.

simboli sulla vaschetta del detersivo

  • Scomparto del prelavaggio: è indicato dal simbolo I (o 1). Di solito si trova all’estrema destra o all’estrema sinistra del cassetto. In questo scomparto potete mettere il detersivo qualora, in caso di un bucato particolarmente sporco, decidiate di impostare il prelavaggio. In questo scomparto si aggiungono in generale tutti i prodotti che agiscono nella fase pre-trattante.

Leggi anche: Come fare in casa il detersivo per la lavatrice 

  • Scomparto del lavaggio: è indicato dal simbolo II (o 2) e si trova quasi sempre al centro della vaschetta del detersivo. Qui va il detersivo vero e proprio, che verrà prelevato dalla lavatrice durante la fase del lavaggio. Solitamente questo scomparto è destinato all’utilizzo di detersivo in polvere, che rimane al suo posto fino al momento di essere utilizzato. Il detersivo liquido invece tende a scivolare subito via. Proprio per questo in molte lavatrici, nello scomparto del detersivo c’è una sorta di seconda vaschetta più piccola che funge da blocca detersivo e impedisce al prodotto di fluire via prima del tempo. I detersivi in capsule (pods o ecodosi) si inseriscono quasi sempre nel cestello, ma leggete sempre le istruzioni sulla confezione del prodotto.
  • Scomparto dell’ammorbidente: è più piccolo degli altri e indicato da un simbolo a forma di fiorellino. Qui va inserito l’ammorbidente. Il prodotto presente in questo scomparto viene prelevato per ultimo, quindi qui potete aggiungere qualsiasi additivo da utilizzare alla fine della lavaggio.

Leggi anche: Ammorbidente: i trucchi per sostituirlo e per farlo in casa con 3 ingredienti naturali

  • Scomparto della candeggina: indicato con il simbolo Cl inscritto in un triangolo. Non è presente in tutti i modelli di lavatrice, e in quelli di ultima generazione non c’è quasi mai. L’uso della candeggina nella lavatrice è controverso: c’è chi, anche in caso di assenza dello scomparto apposito, la versa nel vano del prelavaggio, e chi utilizza le versioni “gentili” direttamente sul bucato. Se la vostra lavatrice non ha lo scomparto per la candeggina, leggete il libretto delle istruzioni per sapere se il produttore ha previsto il candeggio, oppure candeggiate/sbiancate il bucato a mano, prima di metterlo in lavatrice.

come pulire la vaschetta del detersivo

Come pulire la vaschetta del detersivo

Per evitare incrostazioni e malfunzionamenti è bene pulire periodicamente la vaschetta del detersivo. Prima di tutto prelevatela delicatamente dal suo alloggiamento, staccate tutte le parti mobili e sciacquatele sotto l’acqua corrente calda. Se utilizzate un detersivo in polvere probabilmente il cassetto del detersivo sarà particolarmente incrostato: in questo caso utilizzate una spugnetta metallica o un vecchio spazzolino.

Se volete esseri certi di pulire a fondo la vaschetta del detersivo, immergetela per 30 minuti in una soluzione composta da 50 ml di Cura Lavatrice Dr. Beckmann diluiti in 4 litri di acqua tiepida (aiutatevi con le tacche sul retro del flacone). Risciacquate la vaschetta per rimuovere ogni residuo e reinseritela nel suo alloggiamento.

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: