riciclare calzini vecchi

Riciclare calzini spaiati: 10 usi creativi ai quali non avevi mai pensato!

Pubblicato il 21 Maggio 2018

Riciclare calzini è una soluzione utili ed eco-friendly che risolve una volta per tutte l’annoso problema di quelli spaiati, vecchi o bucati. Quante volte capita di tirare fuori dalla lavatrice un solo calzino della coppia che avevate messo a lavare due ore prima? Che fine fanno i calzini dispersi? Questo è un grande mistero delle faccende domestiche! Nell’attesa di scoprire dove vanno a finire i calzini fuggiaschi, scopriamo come riciclare quelli che rimangono.
In base al
 tessuto e alla lunghezza, un calzino si può riciclare in tanti modi fantasiosi. Per le nostre creazioni potrebbero servire colla a caldo, ago e filo (o macchina da cucire), bottoni e forbici. Pronti? Iniziamo! Ecco una lista di 10 idee divertenti e d’effetto per conservare quel calzino che vi piace tanto…

Leggi anche: Riciclare i vecchi rossetti in modo facile e veloce

1. Porta-telefono

Il riuso più semplice e immediato di un calzino singolo è questo! Potete infilare il vostro telefono all’interno di un calzino e metterlo in borsa senza problemi. In questo modo lo schermo del telefono sarà al riparo da urti e graffi grazie alla protezione del calzino ben stretto. Nello stesso modo potete proteggere macchinette fotografiche digitali, batterie al litio della reflex o occhiali da sole.
Per questo riciclo meglio usare un calzino piccolo e corto, magari uno di quelli da bambino.

2. Panno da spolvero

La stoffa dei calzini è perfetta per spolverare piccole superfici come schermi di tv, iPad e computer. Inoltre, il calzino consente di infilare una mano al suo interno e proprio per questo diventa un panno da spolvero particolarmente indicato per superfici irregolari come quelle di termosifoni, mobili di legno con intarsi e cassetti.
Per questo riciclo meglio usare un calzino spesso e che arrivi almeno sopra al polso!

riciclare calzini spaiati

3. Riciclare calzini come fermacarte

Se durante l’ultima vacanza al mare avete raccolto dei bei sassi tondi è giunto il momento di tirarli fuori. Infilate un sasso ben levigato nel vostro calzino e spingetelo fino in fondo al piede. Quindi tagliate la porzione di stoffa che avanza e cucite i lembi.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino fantasia o dai colori sgargianti, in modo che spicchi in mezzo a tutte le scartoffie della scrivania!

Leggi anche: Pulizie di primavera: 5 consigli per essere veloci, organizzati ed efficienti!

4. Porta-gioielli da viaggio

Dovete mettere in valigia anelli, ciondoli e orecchini e non sapete come proteggerli? Riciclare calzini spaiati è la soluzione! I calzini sono ottimi contenitori per gioielli e piccoli oggetti fragili. Non essendo rigidi occupano pochissimo spazio e possono essere infilati direttamente in borsa o in valigia tra un abito e l’altro.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino ancora integro: niente buchi né fili penzolanti!

5. Sacchetto profumato

In un calzino non troppo lungo, in tessuto sottile, infilate della lavanda o un mix di fiori secchi per poutpourri, chiudete l’apertura con un nastrino oppure cucitela con ago e filo. Ecco pronto un sacchetto profumato da mettere nel cassetto della biancheria o in quello delle coperte!
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino a trama fitta.

6. Portapenne

Se avete dei barattoli di latta o di vetro (per esempio, quelli dei pelati o della maionese) potete utilizzarli come porta-penne. Esteticamente hanno bisogno però di un tocco in più: un calzino è proprio quello che fa al caso vostro! Scegliete un calzino a righe colorate, oppure uno a tinta unita sul quale cucire bottoncini e perline, e infilatevi il barattolo spingendolo con cura fino in fondo. Tagliate con una forbice la parte di stoffa in eccesso e fermatela lungo l’orlo del portapenne con tante mollettine colorate, oppure incollate il lembo di stoffa con colla liquida.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino abbastanza lungo ed elastico!

Leggi anche: Manicure fai-da-te: mani morbide e unghie al top in 5 passaggi! 

7. Guanto per la doccia

I calzini diventano ottime manopole da doccia! Potete infilare una mano all’interno e passarlo sul corpo con massaggi circolari proprio come fosse un guanto. All’interno del calzino si può anche inserire una saponetta. La trama ruvida del tessuto esfolierà delicatamente le cellule morte dell’epidermide svolgendo la stessa azione scrub di un guanto comprato in negozio. Riciclare calzini per la routine di bellezza vi piace particolarmente? Utilizzateli anche come panni per dilatare i pori del viso prima della pulizia, come fanno nelle spa. Tagliate il calzino in modo da allargarlo, immergetelo per qualche secondo in acqua bollente, strizzatelo e stendetelo sulla pelle per 2-3 minuti.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino di cotone.

riciclare calzini pupazzi

8. Portamonete da viaggio

Siete in viaggio in un paese in cui le monete abbondano? Non mettetele nel portafoglio insieme al vostro denaro, si mescoleranno e ogni volta pagare il conto sarà molto scomodo. Prendete un calzino, infilatevi gli spicci e richiudetelo con un elastico. Diventerà un ottimo porta-spicci per tutto il viaggio!
Per riciclare calzini in questo modo si consiglia di utilizzare un calzino resistente ma non troppo grande.

Leggi anche: Cambio armadi: cosa buttare e cosa tenere, ecco le strategie giuste!

9. Pupazzi per bambini

Con uno o più calzini spaiati potete realizzare divertentissimi pupazzi per bambini di tutte le forme e i colori. Riempite i calzini con dell’ovatta o con l’interno di un vecchio cuscino, poi cuciteli insieme e utilizzate bottoni per gli occhi, filo colorato per la bocca, perline al posto del naso e fili di lana a mo’ di capelli.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare calzini di stoffe e colori differenti per un effetto patchwork!

10. Cuscino per la zona cervicale

Con un lungo calzino o più calzini cuciti insieme potete realizzare un morbido cuscino per la cervicale. Infatti un “calzino ripieno” ha proprio la forma adatta per la zona sotto alla nuca! Di cosa riempirlo? Di semplice ovatta se avete bisogno solo di un supporto morbido per la testa (ad esempio, quando siete sul divano davanti alla tv), di noccioli di ciliegia o di sale grosso se volete applicarlo sul collo per alleviare la cervicalgia. In quest’ultimo caso, riempite il calzino con 1 kg di sale grosso oppure con 3 pugni di noccioli di ciliegia lavati e asciugati. Per riscaldarlo basta metterlo nel microonde.
Per questo riciclo si consiglia di utilizzare un calzino morbido e molto capiente.

Come lavare i calzini spaiati?

Può capitare di dover lavare calzini fantasia o dai colori sgargianti insieme al bucato misto. In questo caso per evitare che i colori dei tessuti si trasferiscano da un capo all’altro, infilate nel cestello uno dei Foglietti Cattura Colore di Dr. Beckmann. I foglietti in microfibra contenuti nella confezione assorbono il colore disperso e lo sporco, mantenendo invariato il bucato. In questo modo potrete lavare i vostri calzini spaiati insieme a un carico misto senza temere il peggio!

SCOPRI QUI TUTTA LA LINEA DEI PRODOTTI DR. BECKMANN!

Condividi su:

Commenta: